Brigantini e sciabecchi La forza assoluta della verità. Antonio Gramsci, l’infanzia come destino

Di Rita Atzeri con Luca Lai, Franco Siddi, Rita Atzeri

Musiche dal vivo di Chiara Effe

Regia Rita Atzeri

Rroduzione Il crogiuolo in collaborazione a Pixel Multimedia

Scheda Artistica 

Schizzaloru” è un termine sardo che fa riferimento agli schizzi d’acqua con cui Gramsci si divertiva a far veleggiare brigantini e sciabecchi. L’assunto su cui si fonda lo spettacolo, partendo e ritornando alle parole dette da Gramsci è che il destino della sua vita, si sia delineato negli anni dell’infanzia.
I giochi richiamati nel titolo, evidenziano il legame profondo con la Sardegna, che Gramsci non a caso, userà, richiamando l’infanzia appunto, come metafora per leggere la vita o meglio per spiegare i concetti di giustizia, di impegno, di uguaglianza, e quindi la storia e la politica, ai propri figli bambini.In scena a raccontare questo Gramsci nei panni di una cantastorie, che vuole trasferire ai giovani di oggi questo messaggio di impegno, è la cantautrice Chiara Effe. Le sue note evocano sul palco, facendo prender loro vita gli spiriti di: Cirillo, il padre di Antonio; di Antonio bambino, ma consapevole di quello che sarà il suo domani e di Teresina.Quello a cui assistiamo è il dialogo impossibile tra padre e figlio. L’uno alla ricerca dell’altro ed il rovesciamento per Gramsci dal ruolo di figlio a quello di padre, ancora vissuto nel segno di un’incompiuta.

La comprensione è la conciliazione è possibile solo, nel finale, nell’impegno per la “rivoluzionedei rapporti di classe.

Il crogiuolo, Spazio Fucina Teatro,
Centro culturale La Vetreria – Cagliari Pirri
Per informazioni: tel. 070 0990064 – 334 8821892

info@ilcrogiuolo.eu
ilcrogiuolo@gmail.com

Direzione artistica Rita Atzeri

Contattaci