Rassegna di teatro per bambine e bambini
Spettacoli – merenda condivisa – laboratori
Dal 20 giugno al agosto 2019 sala BanCri – Fucina Teatro Centro culturale La Vetreria – Pirri

Al via la stagione estiva di teatro per i bambini e le bambine organizzata da Il crogiuolo, in sala BanCri, nello spazio Fucina Teatro del centro culturale La Vetreria di Pirri.

E-stiamo al parco”, questo il titolo della manifestazione che si propone di essere un’occasione per avvicinare al teatro i piccoli spettatori e far loro conoscere diversi generi e modi di raccontare utilizzando l’arte scenica.
Ruolo di primo piano è riservato alle tematiche ambientali e di accoglienza.

E-stiamo al parco”, vuole anche essere un momento di incontro e comunità, gli spettacoli sono preceduti da una merenda condivisa, cui tutti possono contribuire portando torte o biscotti fatti in casa e da attività di laboratorio.

Gli spettacoli
Primo appuntamento giovedì 20 giugno 2019, ore 18:30, con “Il grande albero delle Storie” spettacolo di burattini, di Elena Carrano con Selene Manca, regia Rahul Bernardelli, adatto dai 3 anni.

Ma che strana persona è Curiosa…già dal nome si intuisce qualcosa….“Curiosa” che fa rima con…rosa, cosa, sposa, posa, mimosa, spugnosa, radiosa o furiosa, ombrosa o gioiosa, graziosa o spiritosa, senz’altro è vaporosa.. è propria strana
questa Curiosa, sa giocare con le parole, e sa raccontare tante storie che saltano fuori dalle sua strana casa nell’albero.
Lei è un po’ grande e un po’ bambina; cerca sempre qualcosa e perde qualcos’altro, è alla continua ricerca del sesto senso …però a volte perde gli altri cinque…forse…forse…..i bambini potranno aiutarla entrando con lei nelle “stanze” della sua strana abitazione e poi……

Il 27 giugno 2019, ore 18:30, l’appuntamento è con “Ciuffetto Rosso”, testo e regia Susanna Mameli con Francesco Civile e Federica Zucca, una produzione Anfiteatro Sud, per bambini dai 6 anni d’età.

Si narra che questo sia un bosco molto antico, con pochi sentieri battuti solo da cacciatori e taglialegna. Tutti temono d’avventurarsi in quei sentieri perché un lupo enorme e dall’aspetto terrorizzante può presentarsi all’improvviso al viandante, così il bosco dorme incantato per secoli finché non costruiranno lì accanto il mega maxi extra centro commerciale SETTE BERRETTE. I sentieri vengono ampliati con le ruspe, e splendide aree picnic punteggiano i luoghi più selvaggi del bosco, collegati da un piccolo autobus diesel. E’ qui che Ciuffetto Rosso, e il lupo s’incontreranno, ma questa e tutta un’altra storia….

Lo spettacolo è un grande e divertente puzzle dove realtà e finzione canzoni e musica si rincorrono senza sosta, per tratteggiare a lievi note un mondo che dobbiamo difendere a tutti i costi.

Il 4 luglio 2019, ore 18:30, in scena “A.A.A. Liocorni cercasi” di Stefania Ambroggi, regia Giuseppe Ligios, con Martina Saba e Gianfranco Corona, produzione Teatro d’Inverno.

Spunto per lo spettacolo la celebre canzone per l’infanzia “L’arca di Noè” in cui si cercano due Liocorni, che nel nostro caso sono assenteisti! La situazione è grave: senza i liocorni, che tutti conosciamo e mimiamo. Dopo vani tentativi per trovare altri animali in grado di sostituirli, si decide di fare un’audizione tra i piccoli spettatori per diventare i nuovi liocorni! A.A.A. Liocorni Cercasi. Le prove da superare per gli aspiranti Liocorni non saranno per niente facili. Si dovrà dimostrare di saper tenere il ritmo, cantare e ballare oltre a saper risolvere insidiosi indovinelli.

La struttura semplice dello spettacolo è adatta a bambini di età compresa tra i 4 e i 7 anni.

L’11 luglio 2019, ore 18:30. si passa a “La storia di Azur e Asmar”, testo e regia di Maria Virginia Siriu, con Antonio Luciano e e Dreh Busu, una produzione Theandric, per bambini dai 3 agli 11 anni.

I protagonisti sono due amici nemici: Azur, biondo con gli occhi blu, cristiano, e Asmar, bruno con gli occhi scuri, musulmano. Cresciuti dalla stessa donna, madre di Asmar e nutrice di Azur, fin da piccoli si battono e si amano come due fratelli. Separati per alcuni anni a causa delle paure del padre di Azur, i due amici d’infanzia si ritroveranno come rivali alla ricerca della fata dei Jinn, protagonista della fiaba che gli veniva raccontata nell’infanzia dalla madre/nutrice.
Una storia avventurosa in un Maghreb medievale, ricco di pericoli, sortilegi e meraviglie che ci porterà a capire quanto sia importante la condivisione e la collaborazione contro ogni discriminazione e ci mostrerà che che Azur e Asmar sono in fondo facce della stessa medaglia.
Azur e Azmar condurranno gli spettatori in un viaggio che li porterà alla scoperta di una verità profonda, al di là dei luoghi
comuni.

Uno spettacolo dinamico e accattivante, dove è forte e fondamentale l’interazione coi bambini, attraverso filastrocche, indovinelli e un coinvolgimento continuo. Come ogni produzione che Theandric realizza per i più piccoli, anche La storia di Azur e Asmar educa alla cultura della nonviolenza. Un bambino insicuro porterà a mascherare la propria
insicurezza con l’aggressività e la violenza, riportando queste caratteristiche in età adulta; al contrario, un bambino che conosce, e sopratutto riconosce, le proprie paure tenderà ad affrontarle sin da piccolo.
Il teatro è un luogo fuori dal tempo e dallo spazio che permette più di ogni altro mezzo di comunicare un messaggio potente: la violenza non è mai la soluzione giusta per risolvere i problemi.

Unico appuntamento di venerdì il 19 luglio 2019, ore 18:30, per “Piccole ribelli crescono”, regia Monica Zuncheddu, con la sua Compagnia dei ragazzini Cagliari. E’ stato un successo mondiale, un caso editoriale tradotto in 46 lingue e un fenomeno sociale Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli, 100 storie di donne come esempio per inseguire i propri sogni e accendere la fantasia.

La compagnia dei ragazzini porta in scena una selezione di personaggi e storie tratte da questo testo in uno spettacolo adatto dai 5 anni in sù.

Si torna ai giovedì il 25 luglio 2019, ore 18:30, con “Cucciolo d’albero”, di e con Sabrina Barlini, musiche di Rafaella Bandiera, una produzione Le Voci di Astarte. Spettacolo adatto dai 4 anni.

E’una storia delicata dove trova spazio anche la poesia. Parla di ambiente, di rispetto e di amicizia, quella tra un piccolo albero, unico sopravvissuto ad un incendio, e un uccellino che fa di tutto per aiutarlo a crescere e a diventare grande. Dopo la devastazione del fuoco, che ha raso al suolo un bosco, un piccolo albero, non avendo zampe per correre ne ali per volare, è rimasto lì, unico sopravvissuto. Un uccellino si accorge di lui, diventa suo amico e lo aiuta a crescere nella consapevolezza che la rinascita della vita del bosco dipende anche dalla vita del piccolo albero. Così, mentre l’uccellino istruisce il suo amico sul ciclo della vita e le sue connessioni, ne diventano partecipi anche i piccoli spettatori.

Lo spettacolo si conclude con la piantumazione di un vero albero, un rito che viene celebrato insieme ai bambini, perché un albero, se lo si cura, è “per sempre”. Lui supera di gran lunga i tempi delle nostre vite umane.
Si ringrazia l’Ente Foreste della Sardegna per aver gentilmente concesso i cuccioli d’albero collaborando alla nostra iniziativa.

Il 1 agosto 2019, ore 18:30, un gradito ritorno per “Dorothy e il mago di Oz” regia Romano Foddai con Maria Paola Dessì, Stefano e Francesco Petretto produzione Teatro S’Arza, adatto dai 3 anni.

Il meraviglioso mago di Oz è un celebre romanzo per ragazzi di L. Frank Baum, originariamente illustrato da W.W. Denslow e pubblicato per la prima volta da George M. Hill Company a Chicago il 17 maggio 1900. Il libro racconta le avventure della bambina Dorothy nel magico Paese di Oz, dopo che lei e il suo cane Totò sono stati spazzati via da un tornado che colpì il Kansas dove, orfana dei genitori, abitava assieme agli zii.

Il teatro S’Arza propone una sua rielaborazione della Storia e coinvolge in essa, attivamente, i bambini.

Chiude la rassegna l’8 agosto 2019, ore 18:30, la nuova produzione de Il crogiuolo, “La principessa ribelle e altre storie di ribellione”, regia Rita Atzeri con Marta Gessa, elementi scenici Nicolò Delpiano, spettacolo per bambini dai 3 ai 6 anni.

Protagonista della nostra storia è una principessa che non ama i vestiti e i gioielli, non aspetta il principe da sposare ma si diverte il mondo ad esplorare con un drago per amico.

Uno spettacolo per travalicare lo stereotipo di genere.

I laboratori
I laboratori proposti da Il crogiuolo a complemento della programmazione di spettacolo prevedono la frequenza nei giovedì di programmazione dalle 16:30 alle 18:00 e sono riservati ad un massimo di 12 partecipanti.

  • L’associazione Vita da Elfi, laboratorio di sensibilizzazione ambientale “Alla scoperta di un mondo segreto”: circo, natura, esplorazioni. Il laboratorio è riservato a bambini dai 5 -7 e dai 8 – 10 anni e si svolgerà nei giorni 20 e 27 giugno.
  • Il laboratorio “Costumi di carta” si svolgerà nei giovedì di luglio a cura di Alessandra Fadda.
  • Alessia Marrocu propone invece “Volere volare”, laboratorio di costruzione aquiloni nei giorni 1 e 8 agosto.

Prenotazioni ed info a il crogiuolo@gmail.com e 3348821892

Il crogiuolo, Spazio Fucina Teatro,
Centro culturale La Vetreria – Cagliari Pirri
Per informazioni: tel. 070 0990064 – 334 8821892

info@ilcrogiuolo.eu
ilcrogiuolo@gmail.com

Direzione artistica Rita Atzeri

Contattaci